dr. Cereda Stefano

Oncologo
Milano

Ultraspecialista in:

Tumore del fegato - Tumore del pancreas - Tumore dell’esofago - Tumore della cistifellea o colecisti - Tumore dello stomaco - Tumori delle vie biliari
Cereda Stefano oncologo

“La potenza della parola nei riguardi delle cose dell’anima sta nello stesso rapporto della potenza dei farmaci nei riguardi delle cose del corpo.”

– Gorgia da Leontini –

CV

IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano (dal 2005)

Dirigento medico di I livello presso il Dipartimento di Oncologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano

Attività clinica e di ricerca

Il dr. Stefano Cereda è specializzato nel trattamento delle patologie neoplastiche del distretto gastro-enterico (tumore del pancreas, tumore della colecisti, tumore delle vie biliari, tumore dello stomaco e tumore dell’esofago).

Svolge attività di ricerca clinica incentrata sul tumore del pancreas e sui tumori delle vie biliari, ovvero tumori della colecisti, Papilla di Vater, vie biliari intraepatiche ed extraepatiche.

Il dr. Stefano Cereda ha vinto nel 2010 il Grant disposto dalla rete ROL e finanziato da Regione Lombardia per lo Studio randomizzato di fase II di chemioterapia di seconda linea con capecitabina verso capecitabina più mitomicina nel trattamento dell’adenocarcinoma delle vie biliari avanzato di cui è stato Principal Investigator.

Altre attività

2010 – Vincitore del premio Fondazione Federico Calabresi per la miglior pubblicazione effettuata da un giovane oncologo (under 40).

Relatore in occasione di 3 congressi nazionali (Associazione Italiana Oncologia Medica e AIOM giovani nel 2008, 2010 e 2013) ed uno europeo (European Pancreatic Club 2010).

Nel 2012 membro del comitato scientifico NSM Group per l’organizzazione di corsi di formazione ECM.

Nel 2015 Membro fondatore del GICO Gruppo Italiano Colangiocarcinoma.

Nel 2017 revisore dei testi sui tumori del distretto gastro-intestinale del sito Ultraspecialisti.com

Istruzione

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano (2000)

Specializzazione in Oncologia Medica presso l’Istituto Nazionale dei Tumori Fondazione IRCCS di Milano (2004)

Iscrizione all’Albo dei Medici

Iscritto all’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano n° 37395.

Precedenti incarichi e affiliazioni scientifiche

Dal 2018 collaborazione con AMPLEXOR (digital solution provider).

Dal 2005 ad oggi Medico Oncologo presso l’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.

Dal 2000 al 2004 Medico Specializzando in Oncologia presso l’Istituto Nazionale dei Tumori Fondazione IRCCS di Milano.

Membro di AIOM Associazione Italiana di Oncologia Medica.

Membro di ASCO American Society of Clinical Oncology.

Membro di ESMO European Society for Medical Oncology (Società Europea di Oncologia Medica)

Lingue parlate

Italiano – Inglese

Patologie

Tumore del fegato - Tumore del pancreas - Tumore dell’esofago - Tumore della cistifellea o colecisti - Tumore dello stomaco - Tumori delle vie biliari

Contatti

Ospedale San Raffaele
Dipartimento di Oncologia
Via Olgettina 60
20132 Milano
Per prenotare una visita ambulatoriale: 02 26432643

Blog

Tumore delle vie biliari: novità dall'ESMO 2019

Risultati positivi per lo studio clinico sul farmaco Pemigatinib Il tumore delle vie biliari ha un’incidenza relativamente rara e una prognosi severa. Poche sono le opzioni di trattamento: ad oggi lo standard di cura è la chemioterapia con cisplatino e gemcitabina. Recentemente ampi sforzi di sequenziamento genico hanno dimostrato che oltre il 50% dei pazienti...

Terapia di mantenimento con Olaparib per il tumore pancreatico avanzato BRCA mutato

All’ultimo congresso mondiale di oncologia (ASCO) tenutosi a Chicago sono stati presentati i dati di uno studio internazionale di fase III POLO in cui si indagava l’efficacia di olaparib come terapia di mantenimento in pazienti affetti da adenocarcinoma duttale del pancreas metastatico con mutazione germinale del gene BRCA. Si stima infatti che il 4%–7% dei...

Tumore al pancreas operato: nuovo standard terapeutico

Al congresso mondiale di oncologia (ASCO), tenutosi a giugno 2018 a Chicago, sono stati presentati i dati dello studio francese PRODIGE 24/CCTG PA.6 trial, che hanno mostrato un significativo vantaggio per i pazienti operati per adenocarcinoma duttale del pancreas trattati con polichemioterapia (schema FOLFIRINOX modificato), rispetto a quelli trattati con monoterapia a base di gemcitabina...

Telemedicina. Il rapporto medico-paziente in modalità 4.0

La Telemedicina clinica è un innovativo sistema che permette di semplificare e ottimizzare le procedure sanitarie migliorando il processo di cura e la qualità di vita del paziente affetto da patologie croniche, per il quale si rendono necessari controlli più frequenti e regolari, che richiedono spesso interventi tempestivi. Questo avviene senza che il paziente debba...

Pubblicazioni

Co-autore di oltre 50 pubblicazioni su importanti riviste scientifiche internazionali e 10 pubblicazioni come primo autore.

Primo autore e co-autore di oltre 100 comunicazioni in congressi nazionali e internazionali.

I suoi lavori/articoli sono pubblicati sulle principali riviste scientifiche internazionali, quali: Cancer, Annals of Oncology, Cancer Chemotherapy and Pharmacology, British Journal of Cancer, European Journal of Cancer.

È revisore di paper scientifici inviati alle riviste mediche: Annals of Oncology, Cancer Chemotherapy and Pharmacology, Tumori journal, Pancreas Journal, World Journal of Gastroenterology, Current Medical Research & Opinion, Cellular Physiology and Biochemistry, Gastroenterology Research and Practice, BMC Cancer, Expert Review of Anticancer Therapy, British Journal of Cancer, BioMed Research International, Frontiers in Oncology.

Pubblicazioni recenti

Bone metastases in biliary cancers: A multicenter retrospective survey.
Santini D, Brandi G, Aprile G, Russano M, Cereda S, Leone F, Lonardi S, Fornaro L, Scartozzi M, Silvestris N, Barni S, Pantano F, Vincenzi B, Palloni A, Frega G, Casagrande M, Ferrari L, Dadduzio V, Intini R, Filippi R, Vasile E, Vivaldi C, Faloppi L, Brunetti O, Reni M, Aglietta M, Tonini G.
J Bone Oncol. 2018 Apr 7;12:33-37. doi: 10.1016/j.jbo.2017.11.006. eCollection 2018 Sep.
PMID: 30042924 Free PMC article.

Prognostic and predictive role of EGFR pathway alterations in biliary cancer patients treated with chemotherapy and anti-EGFR.
Peraldo-Neia C, Cavalloni G, Fenocchio E, Cagnazzo C, Gammaitoni L, Cereda S, Nasti G, Satolli MA, Aprile G, Reni M, Avallone A, Spadi R, Venesio T, Martin V, Doglioni C, Frattini M, Aglietta M, Leone F.
PLoS One. 2018 Jan 19;13(1):e0191593. doi: 10.1371/journal.pone.0191593. eCollection 2018.
PMID: 29352306 Free PMC article. Clinical Trial.

Chemoembolization with drug eluting beads preloaded with irinotecan (DEBIRI) vs doxorubicin (DEBDOX) as a second line treatment for liver metastases from cholangiocarcinoma: a preliminary study.
Venturini M, Sallemi C, Agostini G, Marra P, Cereda S, Reni M, Aldrighetti L, De Cobelli F, Del Maschio A.
Br J Radiol. 2016 Nov;89(1067):20160247. doi: 10.1259/bjr.20160247. Epub 2016 Sep 16.
PMID: 27558984 Free PMC article.

Membrane Localization of Human Equilibrative Nucleoside Transporter 1 in Tumor Cells May Predict Response to Adjuvant Gemcitabine in Resected Cholangiocarcinoma Patients.
Brandi G, Deserti M, Vasuri F, Farioli A, Degiovanni A, Palloni A, Frega G, Barbera MA, de Lorenzo S, Garajova I, Di Marco M, Pinna AD, Cescon M, Cucchetti A, Ercolani G, D’Errico-Grigioni A, Pantaleo MA, Biasco G, Tavolari S; G.I.CO. (Gruppo Italiano Colangiocarcinoma).
Oncologist. 2016 May;21(5):600-7. doi: 10.1634/theoncologist.2015-0356. Epub 2016 Mar 31.
PMID: 27032872 Free PMC article.

Cholangiocarcinoma: Current opinion on clinical practice diagnostic and therapeutic algorithms: A review of the literature and a long-standing experience of a referral center.
Brandi G, Venturi M, Pantaleo MA, Ercolani G; GICO.
Dig Liver Dis. 2016 Mar;48(3):231-41. doi: 10.1016/j.dld.2015.11.017. Epub 2015 Nov 28.
PMID: 26769568 Review.

>> Clicca qui per l’elenco delle pubblicazioni aggiornato su PubMed <<

Richiedi un consulto online al dr. Stefano Cereda

Con Ultraspecialisti consulti facilmente un medico ultra-specialista a distanza, ottenendo un parere sul tuo caso in soli 5 giorni. Puoi inviare tutti i tuoi referti ed esami, in sicurezza, effettuare videovisite e programmare eventuali visite di controllo e percorsi di cura specifici, rimanendo sempre in contatto con lo specialista. Il nostro customer care ti fornirà supporto e ti accompagnerà durante tutto il percorso, se necessario.