Richiedi il buono sconto da 20 € per il tuo consulto online.

Malattie della tiroide

a cura della dr. ssa Laura Castellino
Medico Endocrinologo Specialista 

La tiroide è una ghiandola endocrina posta nella parte anteriore del collo, a forma di farfalla con due lobi collegati da un sottile istmo. È un organo piuttosto piccolo, ma che svolge un ruolo fondamentale nella regolazione dello sviluppo fetale, nei processi metabolici, nel funzionamento del sistema cardiovascolare, muscolare e scheletrico, nel consumo di energia dell’intero organismo (consumo di ossigeno e termogenesi), attraverso la produzione di due ormoni: la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3).

Tiroidite subacuta

È un’infiammazione della tiroide ed è nota anche col nome di tiroidite granulomatosa o tiroidite di De Quervain. In genere è preceduta da un’infezione delle prime vie respiratorie ed è concomitante a infezioni causate da virus, tra cui virus influenzale, Adenovirus, Epstein Barr virus o il virus della parotite. Si manifesta con febbre, gonfiore e dolore nella regione anteriore del collo e che può interessare anche la mandibola o l’orecchio. Generalmente va incontro ad una risoluzione spontanea.

Tiroidite cronica

È un’infiammazione della tiroide di tipo autoimmune, ovvero causata da anticorpi che attaccano la tiroide riducendo progressivamente la sua funzione. Si possono distinguere diverse forme, tra cui tiroidite cronica di Hashimoto; tiroidite silente sporadica; tiroidite silente post-partum; tiroidite fibrosa di Riedel; tiroidite indotta da farmaci.

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è una condizione clinica dovuta ad una insufficiente azione degli ormoni tiroidei a livello tissutale, che determina un rallentamento di tutti i processi metabolici.

A seconda della causa, l’ipotiroidismo si distinguersi, a seconda della causa, nella forma primitiva e nella forma centrale. La forma primitiva è determinata da una causa organica e può essere congenita o acquisita, dovuta ad una ridotta massa e/o funzione del tessuto tiroideo. L’ipotiroidismo centrale, invece, si manifesta quando vi è una ridotta stimolazione da parte dell’asse ipotalamo-ipofisi; oppure quando si sviluppa una resistenza generalizzata agli ormoni tiroidei, per un’alterazione dei recettori per la triiodotironina.

Tra i sintomi più comuni si annovera adinamia, cute secca, sonnolenza, eloquio rallentato, bradicardia, intolleranza al freddo, iposudorazione, pallore cutaneo, stipsi, perdita di memoria, dispnea, apnea notturna, edemi periferici.

Distiroidismi in gravidanza

Sono disfunzioni della tiroide che possono insorgere durante la gravidanza e che possono avere delle ripercussioni sullo sviluppo fetale. Le principali patologie tiroidee in gravidanza sono rispettivamente l’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo.

Noduli tiroidei

Sono lesioni discrete all’interno della ghiandola tiroidea talvolta palpabili o che sono ecograficamente distintinguibili dal parenchima tiroideo circostante. I noduli possono essere solitari o essere presenti all’interno di un gozzo multinodulare. Si possono distinguere in noduli benigni (nel 95% dei casi) e in noduli maligni (per il restante 5% dei casi). I noduli benigni possono essere di natura non neoplastica (legati a tiroidite cronica, a gozzo multinodulare, a cisti, ad aree cicatriziali da chirurgia e radiazioni o ad agenesia di un lobo tiroideo) o di natura neoplastica (adenomi, lipomi, emangiomi o teratomi). I noduli maligni, invece, insorgono in presenza di carcinoma tiroideo primitivo, di linfoma tiroideo primitivo, di fibrosarcoma o di altro carcinoma metastatico (mammella, reni, ecc.).

Ipertiroidismo

Condizione clinica in cui si verifica un aumento delle concentrazioni di ormoni tiroidei conseguente a una iperfunzione della tiroide. I sintomi più frequenti dell’ipertiroidismo sono tremori, nervosismo, tachicardia, palpitazioni, aritmie, debolezza muscolare, osteoporosi, esoftalmo, perdita di peso, aumento dell’appetito, aumento della sete e della diuresi, diarrea, intolleranza al caldo, aumento della sudorazione.

Morbo di Basedow

Detto anche morbo di Graves o gozzo tossico diffuso per l’aumento uniforme del volume della tiroide (gozzo), è una forma di ipertiroidismo autoimmune. I sintomi più frequenti comprendono disturbi psichici, in particolare ansia, irritabilità, depressione e disturbi fisici tra cui battito cardiaco accelerato, debolezza muscolare, sudorazione eccessiva, arrossamento del volto e del collo, disturbi mestruali fino all’amenorrea nelle donne, diarrea e perdita di peso. Un altro sintomo molto frequente è l’esoftalmo, la protrusione degli occhi oltre la rima palpebrale.

Orbitopatia di Graves

Malattia associata all’ipertiroidismo del morbo di Graves-Basedow. Si tratta di un processo infiammatorio autoimmune che determina il rigonfiamento e la fibrosi dei tessuti molli dell’orbita. Si manifesta con gonfiore delle palpebre, protrusione dei bulbi oculari, rossore e bruciore oculare, sensazione di corpo estraneo, incompleta chiusura dell’occhio, problemi alla vista e sensibilità alla luce.

Tumori della tiroide

Originano da un nodulo alla tiroide, che si forma per la crescita anomala delle cellule che costituiscono la stessa ghiandola. È possibile distinguere tra noduli benigni, tipici dell’iperplasia tiroidea, e noduli maligni, formazione neoplastica tipica dell’adenocarcinoma tiroideo. Le forme più comuni di adenocarcinoma tiroideo sono quello papillare e quello follicolare. Forme più rare sono il carcinoma midollare e il carcinoma anaplastico. Scopri di più nella pagina dedicata ai Tumori della tiroide.

Disgenesia tiroidea

Detta anche agenesia della tiroide, è una delle cause di ipotiroidismo congenito in cui la tiroide è assente, ectopica o gravemente sottosviluppata.

Endocrinologi specializzati in Malattie della tiroide

Conti Morena Endocrinologa

dr.ssa Conti Morena

Endocrinologo
Milano
Alterazioni del metabolismo calcio-fosforo - Amenorrea - Complicanze del diabete - Deficit di vitamina D - Diabete - Endocrinologia ginecologica - Insulino-resistenza - Iperparatiroidismo - Ipertiroidismo - Ipotiroidismo - Irsutismo - Malattie delle paratiroidi - Morbo di Basedow-Graves - Noduli tiroidei - Obesità da cause endocrine - Orbitopatia di Graves - Osteoporosi - Policistosi ovarica - Sindrome metabolica - Tireopatie in gravidanza - Tiroidite cronica - Tiroidite di Hashimoto - Tiroidite subacuta - Tumore della tiroide
Laura Castellino Endocrinologo Ultraspecialista

dr.ssa Castellino Laura

Endocrinologo
Milano
Acromegalia - Adenoma ipofisario - Adenoma surrenalico - Alterazioni del metabolismo calcio-fosforo - Amenorrea - Carcinoma surrenalico - Carney Complex - Complicanze del diabete - Deficit di ormone della crescita - Deficit di vitamina D - Diabete - Disgenesia tiroidea - Distiroidismi in gravidanza - Endocrinologia ginecologica - Feocromocitoma - Iperaldosteronismo - Ipercolesterolemia - Ipercortisolismo - Iperinsulinismo - Iperparatiroidismo - Iperprolattinemia e prolattinomi - Ipertensione arteriosa - Ipertensioni secondarie - Ipertiroidismo - Ipogonadismo ipofisario - Ipoparatiroidismo - Ipopituitarismo - Ipotiroidismo - Irsutismo - Malattia di Cushing - Malattie delle paratiroidi - Morbo di Addison - Morbo di Basedow-Graves - Morbo di Conn - Noduli tiroidei - Obesità da cause endocrine - Orbitopatia di Graves - Osteoporosi - Sindrome adreno-genitale - Sindrome da neoplasia endocrina multipla (MEN) - Sindrome della sella vuota - Sindrome di Kallmann - Sindrome di Klinefelter - Sindrome di Sheehan - Sindrome di Turner - Sindrome metabolica - Sindromi poliendocrine autoimmuni - Tiroidite cronica - Tiroidite subacuta - Tumore della tiroide - Tumori neuroendocrini